sabato 28 maggio 2016

MEGAPOST : 19 MAGGIO 1974 / 42 ANNI FA I PERIGEO A TORINO


Perigeo è un gruppo musicale italiano di stile fusion e di progressive anni settanta; guidato da Giovanni Tommaso, composto da elementi con formazione jazz con richiami alla musica jazz-rock degli album dei Weather Report e dei Soft Machine e progressive quali gli Area.

Storia del Perigeo
Il loro primo disco, Azimut (1972), raggiunge subito buoni risultati, nel successivo album Abbiamo tutti un blues da piangere (1973) inseriscono invece brani orientati verso il rock, dal jazz rock al funky jazz. Il successivo album Genealogia (1974) comprende brani, sempre di alto livello, ma più orecchiabili, con maggiore utilizzo del sintetizzatore. Incredibile il loro successo durante il tour europeo dell'estate 74.
Ne La valle dei Templi (1975), che si avvale della presenza di Tony Esposito alle percussioni, viene data particolare importanza alla ritmica; il gruppo ottiene un buon riconoscimento commerciale. Con Non è poi così lontano (1976), registrato in Canada, il Perigeo esalta al massimo le doti tecniche dei musicisti, ma chiude con il jazz rock.
Nel tardo autunno del 1977, durante un concerto a Firenze al festival dell'Avanti, salutano il pubblico annunciando il loro scioglimento in concomitanza di questo loro ultimo concerto ufficiale.
Nel 1978 tutti i membri del gruppo partecipano alla registrazione dell'album Ullu del cantautore Giovanni Ullu.

Perigeo Special
Nel 1980, dopo una lunga pausa durante la quale il gruppo è ufficialmente disciolto, avviene una reunion per la produzione del doppio album Alice, nel quale il jazz rock si alterna a brani più pop. Sull'etichetta del disco la denominazione del gruppo è Perigeo Special, ma si tratta ancora dei componenti originali.

New Perigeo
Successivamente, Giovanni Tommaso riforma il gruppo con nuovi membri, e dà vita al New Perigeo. Questa formazione partecipa alla realizzazione di Q Concert, un EP con Rino Gaetano e Riccardo Cocciante e dell'LP Effetto amore. Tuttavia questa formazione è da considerarsi esterna ai Perigeo, essendo di fatto Tommaso l'unico membro originale a farne parte.

Eventi successivi
Nel 1993, per il ventennale di Umbria jazz, vi fu una reunion del gruppo. Il 25 ottobre 2008, la formazione originale, a parte Franco D'Andrea, diede vita ad un'altra reunion, al Festival della Creatività di Firenze.[1]

Perigeo
Giovanni Tommaso - contrabbasso, basso
Franco D'Andrea - tastiere
Bruno Biriaco - batteria
Claudio Fasoli - sax
Tony Sidney - chitarra

33 giri
1972 - Azimut (RCA Italiana, PSL 10555)
1973 - Abbiamo tutti un blues da piangere (RCA Italiana, PSL 10609)
1974 - Genealogia (RCA Italiana, TPL 1-1080)
1975 - La valle dei templi (RCA Italiana, TPL 1-1175)
1976 - Non è poi così lontano (RCA Italiana, TPL 1-1228) (pubblicato negli USA nel 1977 con il titolo Fata Morgana)

MEGAPOST : 19 MAGGIO 1974 / 42 ANNI FA I PERIGEO A TORINO

----------------------------------------------------------------------------

WEATHER REPORT 1981 : POSTERSTORY + BONUS AUDIO LIVE NORTHWESTERN UNIVERSITY EVANSTON ILLINOIS 2 NOVEMBER 1974
JOHN McLAUGHLIN & MAHAVISHNU ORCHESTRA : BISOGNA SUPERARE I CONFINI DELLA MENTE PER USARE LA TESTA Di Marco Fumagalli
TRA IL NULLA E L'ETERNITA'...LA MAHAVISHNU ORCHESTRA SI E' SCIOLTA Di Enzo Caffarelli
1973 : MILES DAVIS,QUEL GIORNO AL RAINBOW Di Trashman
DEMETRIO STRATOS : UNA METRODORA PER LA VOCE DEGLI AREA / DEMETRIO CANTA LA VOCE SENZA AREA / AREA I MARZIANI ILLUSTRI / MILANO TUTTI INSIEME PER DEMETRIO
AREA/Anteprima - IL "CRAC" DOPO LA RIVOLUZIONE  Di Armando Gallo
AREA ZONA RADIOATTIVA di Renato Marengo 
MEGAPOST PREMIATA FORNERIA MARCONI  (PFM) : GLI ANNI 70 TRA ARTICOLI,FOTOGRAFIE E INTERVISTE
CRONISTORIA DELLA TERZA RASSEGNA DI MUSICA CONTEMPORANEA A CIVITANOVA MARCHE 1973 Di Fiorella Gentile e S.Sas
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/07/cronistoria-della-terza-rassegna-di.html
IL 1° BE-IN A NAPOLI,WIGHT A CASA NOSTRA Di Fiorella Gentile,Dario Salvatori,Maurizio Baiata e Piero Togni
http://musicitaly70.blogspot.it/search?q=IL+1%C2%B0+BE-IN+A+NAPOLI,WIGHT
POP FESTIVAL VILLA PAMPHILI Di Fernando Fratarcangeli
http://musicitaly70.blogspot.it/search?q=banco+del+mutuo+soccorso
READING FESTIVAL 1973 : IL RADUNO MALEDETTO Di Trashman
UNA VULCANICA INUOVA IDEA Di Mario Luzzatto Fegiz
OSANNA : PULCINELLA BALLA IL ROCK Di Paolo Ansali 
BATTIATO : SULL'ONDA DELLA MUSICA Di Maurizio Baiata
AKTUALA : IL CANTICO DELLA JUNGLA e VIAGGIO NEL MAROCCO Di Marco Ferranti e Enzo Caffarelli 
FORMULA 3 : LA VIRTU' NON STA NEL MEZZO e UNA FORMULA SENZA BATTISTI Di Enzo Caffarelli 
ROVESCIO DELLA MEDAGLIA : IL DIRITTO DEL ROVESCIO Di Enzo Caffarelli e Piero Togni 
MUSEO ROSEMBACH : APERTURA CON ZARATHUSTRA Di Manuel Insolera
SAINT JUST - BALLI DI CORTE E ARPEGGI DI CHITARRA di GIORGIO RIVIECCIO
PIERROT LUNAIRE : IL FASCINO E UN PO' DI CONFUSIONE Di Fiorella Gentile e FORSE COLORI FORSE POESIA Di Enrico Gregori 1974/1977
BANCO DEL MUTUO SOCCORSO - L'ALBUM DELLA LIBERTA' / ANTEPRIMA Di Ferranti e Di Silvestro
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/banco-del-mutuo-soccorso-lalbum-della.html
TONI ESPOSITO : L'UMANA AVVENTURA
MAGGIO 1975 - AREA : LA POLEMICA TRA DEMETRIO STRATOS E RICCARDO BERTONCELLI SUL MENSILE GONG
1973 - DUELLO MADRE : UNA MUSICA PER VIVERE INSIEME
JURI CAMISASCA : UNA RIVELAZIONE Di Manuel Insolera SCONCERTO ROCK Di Fiorella Gentile CAMISASCA Di Jacopo Barozzi

giovedì 26 maggio 2016

1975 : JOHN LENNON AVEVA ISTINTI OMICIDI + BONUS LOST REHEARSALS


1975 : JOHN LENNON AVEVA ISTINTI OMICIDI + BONUS LOST REHEARSALS

John Lennon 
The Lost Lennon Rehearsal 

John and Yoko Lennon (w/Elephant's Memory) 

1.Intro- (Have You Got A List Yoko) 
2.Come Together (John advises of keyboard (Paul's ability) 
3.Jam#1 
4.New York City (Reprise) 
5.Move On Fast (Ono) 
6.Back Off Boogaloo 
7.Woman Is The Nigger Of The World (Flase start) 
8.Give Peace A Chance (Reggae version and jam) 
9.Jam#2 
10.Unchained Melody (North-Nance) 
11.It's Only Make Believe (Twitty-Nance) 
12.Stage Chat (Re foldback and stage problems) 
13.Instant Karma! (We All Shine On) (Reprise of End section to help the band) 
14.Mother (Reprise of End section to help the band) 
15.We're All Water (Ono) 
16.Jam#3 (John on slide guitar) 
17.Discussion (Re-ending "Come Together) 
18.Come Together (Reprise of End to help Band) 
19.Open Your Box (Ono) 
20.Roll Over Beethoven (Diff. Version) 
21.Give Peace A Chance (Reggae version & Jam)



---------------------------------------------------------------------

I FOTOGRAFI DEI BEATLES 1960-1970 / Prima Parte + BONUS REHEARSALS JANUARY 1969
I DISCHI DELLA NOSTRA VITA : 1966 REVOLVER / BEATLES + BONUS REVOLVING ALBUM OUTTAKES SECRET TRAX
30 GENNAIO 1969 : THE BEATLES ROOFTOP CONCERT LONDON...IL PIU' INCREDIBILE DEI LIVE + BONUS AUDIO EXTRA!
29 AGOSTO 1966 : I BEATLES A SAN FRANCISCO NELLE FOTOGRAFIE DI JIM MARSHALL
1978 : BEATLES FEMMES CLUB
http://musicitaly70.blogspot.it/2014/05/1978-beatles-femmes-club.html
I BEATLES A MILANO NEL 1965 : SUONARONO 12 CANZONI E POI IN ALBERGO LENNON SI SPOGLIO'... Di Eugenio Barbera
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/i-beatles-milano-nel-1965-suonarono-12.html
BEATLES A MILANO : BRAVI COME LA CALLAS   Di Rubens Tedeschi

 BEATLES A ROMA : UN CLAMOROSO FIASCO
 BEATLES 1967 / SGT. PEPPER'S LONELY HEARTS CLUB BAND
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/08/beatles-1967-sgt-peppers-lonely-hearts.html
OHN LENNON RACCONTO' A PLAYBOY CHE ...
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/12/john-lennon-racconto-playboy-che.html
C'E' JOHN LENNON AL TELEFONO ... Di Maria Laura Giulietti
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/12/ce-john-lennon-al-telefono-di-maria.html
8 GIORNI DOPO JOHN LENNON ERA MORTO Di Allan Tannenbaum e Roberto D'Agostino
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/10/8-giorni-dopo-john-lennon-era-morto-di.html
JOHN LENNON,ELVIS PRESLEY E GLI ALIENI
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/john-lennonelvis-presley-e-gli-alieni.html
ELEPHANT'S MEMORY : IL SENTIERO DELLA LIBERTA' Di Dario Salvatori e Ennio Antonangeli
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/elephants-memory-il-sentiero-della.html
The ROLLING STONES & FRIENDS - ROCK & ROLL CIRCUS Di Mike Randolph
http://musicitaly70.blogspot.it/2013/05/the-rolling-stones-friends-rock-roll.html
MICHAEL COOPER PHOTOGRAPHER  : SWINGING TRIBUTE
BILLY PRESTON : NERE NOTE DI FUOCO Di Trashman e Giancarlo Messora
CONCERTO PER IL BANGLA DESH 20 DICEMBRE 1971 

sabato 21 maggio 2016

LA FIABA DEI LED ZEPPELIN Di DANILO JANS - PRIMA PARTE + BONUS AUDIO CONCERT TEXAS INTERNATIONAL POP FESTIVAL 31 AUGUST 1969


I Led Zeppelin nascono nella seconda metà degli anni 60,dal logorìo finale
degli Yardbirds e il necessario reclutamento di pezzi sostitutivi,lontani
dagli studi discografici di Londra,dove da tempo Jimmy Page e John Paul
Jones,prestano la loro saggezza musicale al successo di mille gruppi,grup=
petti e cantanti,che con i loro 45 giri scalano le classifiche inglesi e
sono costantemente alla ricerca di brani post-beat,con quel qualcosa in piu'
che i due anonimi turnisti sanno dare.
Jimmy Page vive in una grigia casa ai bordi dell'aeroporto di LOndra.La tetra
abitazione trema dal mattino alla sera,per i continui atterraggi e partenze,
che hanno visto il culmine nel periodo bellico.
Il devastante rumore sarà poi il punto di creazione,di tutta la musica di 
Jimmy Page e la sua ricerca continua nell'esoterismo nero,che gli ricordano
continuamente la lugubre casetta ai bordi dell'aeroporto,dove non si poteva
parlare mai e tutti stavano zitti,
Page colpito da una forma di autismo sentimentale,si sfogherà in seguito componendo brani
come "Dazed & Confused","Kashmir","How Many More Times""Four Sticks"Ecc,Ecc.
Il suo carattere di poche parole e con una risatina sempre appesa ai bordi
delle labbra,non gli impedisce pero'di uscire dalla consumata esperienza beat
degli Yardbirds,per cercarsi nuove avventure e musicisti che possano rendere
reali i suoi shock mentali,dovuti alla triste infanzia.
John Bonham detto Bonzo,è un batterista molto simile all'amico di Asterix,tanto
che il suo numero di assolo con le mani è già diventato un piccolo classico
nei locali periferici di Londra,che ospitano i Band Of Joy,la sua band.
Vive su un barcone,ancorato in un canale.E questo chiude la prima parte di
questo quadro Caravaggesco in costruzione.
Il problema è da subito il cantante.
Terry Reid è ai tempi già famoso con la sua band e nonostante questo,Page si è
incaponito su di lui.Ma lui non sui Led Zeppelin.Ai tempi dei tour in California
dei New Yardbirds.Terry Reid è la massima attrazione di locali come il Fillmore 
West,mentre in seguito i Led Zeppelin al massimo potranno aspirare ad aprire gli
show di Country Joe & The Fish.
Andatevi ad ascoltare il suo concerto al Fillmore West del 1968 e vi renderete
conto della potenza e fama che aveva Terry Reid in quel periodo.

Non avendo  Reid,i futuri Zeppelin vanno ad ascoltare il cantante amico di
Bonzo.un ragazzotto hippie,che si veste a fiori e impazzisce per i gruppi della
West Coast.Si chiama Robert Plant e le sue cover sono interessanti,ma troppo naif
e distaccate dalla musica che vuole crare Page:
Nonostante questo,il ragazzo viene assunto e portato negli studi,per preparare il
primo album dei Led Zeppelin,ma deve dimenticare  i LOve e i Jefferson Airplane,
mentre Page muove tutte le sue conoscenze,anche esoteriche,per dare alla band
un potere superiore a qualsiasi altro gruppo giri nella zona in quel periodo.
Peter Grant è una persona poco presentabile.E' stato piu' in galera che all'asilo,
ma conosce e ricatta mezza Londra,anche con maniere spicce e molto dolorose.
Grazie a lui e a certi suoi argomenti,questa esordiente band riesce ad avere im=
mediatamente un contratto milionario con la Atlantic,la major piu'
famosa nel mondo.Pochi ai tempi ci riuscivano,specie se sconosciuti.Al massimo
venivano girati verso case discografiche satelliti,ma mai potevano ambire alla
casa madre!.Jeff Beck,per esempio,il chitarrista leader del momento,incideva per la
Epic.

Il primo periodo tra Plant e la  band lascia Page piuttosto preoccupato.
Il ragazzo si diverte come un matto,ma è poco consistente.Quando c'è da accelerare
frena e le creazioni hard del chitarrista,vengono cantate come un contentino
verso Page,per poi ributtarsi nei suoi lenti blues,con quella voce che imita molto
una dei suoi miti da sempre: Janis Joplin dei Big Brother & Holding Company.
Nonostante questo i Led Zeppelin continuano ad inanellare tour negli Usa,con grossi
passaggi in California.Una delle cover che eseguono sempre è "Fresh Garbage" degli
Spirit,gruppo californiano adorato anche da Page,che gli ruberà anche vasti momenti
musicali, per la creazione di "Starway To Heaven" e altre assonanze facilmente rintrac=
ciabili.Come sono rintracciabili tutti i brani e i riff dei Led Zeppelin,che si af=
fondano nelle radici già note nei blues del Delta e che con gli anni provocheranno
a Page diversi fastidi per le accuse di plagio,specie da giornali nemici come Rolling
Stone.
Tutte cavolate.Sarebbe come dire che un opera di Andy Warhol,ha un nesso artistico
con la fotografia che lui prende da un giornale?.Assurdo.I Brani di Willie Dixon non
hanno piu' niente degli originali,sono ormai Led Zeppelin!.
Resta un grande affetto per i maestri,ma nulla di piu'.Specialmente adesso che comin=
ciano a girare milioni di dollari intorno alla band.

Jimmy Page comunque ricontatta Terry Reid.Gli promette mari e monti,ma Reid rifiuta
ancora.Ha successo e gira i Festival continuamente.La sua voce potente,secondo Page,
sarebbe l'ideale,ma non se ne fa nulla.
Nello stesso periodo pero'il brutto anatroccolo diventa cigno,proprio come sarà il
logo della loro etichetta anni dopo.
La leggenda vuole che la trasformazione sia avvenuta una notte,cercando di passare
con l'auto un valico sotto una pazzesca nevicata,per raggiungere la California,dove
li aspettavano diversi concerti.
Il giorno dopo il miracolo della tradotta sotto metri di neve,un'altro miracolo av=
viene.Plant comincia a  cantare con una nuova potenza,come mai aveva fatto.I brani
vengono rivisti da subito e hanno una nuova luce.Robert Plant è diventato un Led Zep=
pelin.

Inspiegabilmente Woodstock viene solo sfiorata dalla band.Poche ore dopo tutto il car=
rozone organizzativo del famoso festival,si sposta a Dallas al Texas Festival e loro
ci sono con un ottimo set,assieme a tantissime altre band,oltre a quelle di Woodstock,
Come BB King,i Chicago,i Nazz,Freddie King e gli amici Spirit.
Durante i rimasugli nei tour americani ,gli Zeppelin incidono in vari studi del paese
il loro secondo album.Page praticamente non dorme mai,mixando anche le registrazioni
e saltando da un aereo all'altro.
Il definitivo successo mondiale arriva immediatamente con l'uscita di questo album,
pieno di potenza,riff memorabili,blues rifatti in versioni hard,innesti psichedelici
continui come in "Whole Lotta Love",che diventerà il loro cavallo di battaglia.

(1- Continua)

DANILO JANS
Critico Non Allineato

IMMAGINI DELLA : DANILO JANS ART
HELABERARDA PRODUCTION


LA FIABA DEI LED ZEPPELIN Di DANILO JANS - PRIMA PARTE + BONUS AUDIO CONCERT TEXAS INTERNATIONAL POP FESTIVAL 31 AUGUST 1969

IMMAGINI DELLA : DANILO JANS ART
HELABERARDA PRODUCTION

Led Zeppelin:
Texas Pop Festival
Lewisville Dallas, TX,
31st August 1969

Robert Plant(a.k.a. Percy): Vocals
Sir James Patrick(a.k.a. Jimmy) Page: Guitar
John Paul(a.k.a. Johnsey) Jones: Bass, Keyboards
John Bonham: the mighty Drums

01) The Train Kept A Rollin'
02) I Can't Quit You Babe
03) Dazed And Confused
04) You Shook Me
05) How Many More Times
06) Bye Bye Baby ~ Medley of tunes you will surely know
07) Communication Breakdown

Length: 62:40min



-------------------------------------------------------------------

POSTERSTORY : LED ZEPPELIN + BONUS LIVE AUDIO CONCERT SAN BERNARDINO CALIFORNIA 22 JUNE 1972
FLASH With BLACK SABBATH,LED ZEPPELIN,TRAFFIC,JETHRO TULL,JEFFERSON AIRPLANE,MARVIN GAYE Di Abate,Vigorito,Mannucci,D'Alesio,Videtti
PROLETARI E PADRONI : LED ZEPPELIN 4 ORE DI BATTAGLIA Da LOTTA CONTINUA Dell'8 Luglio 1971 + MILANO BONUS
I LED ZEPPELIN AL FESTIVAL DI KNEBWORTH NELL'AGOSTO 1979 : INTERVISTA A JIMMY PAGE Di Federico Ballanti e THE LAST HURRAH Di Mick Wall
LED ZEPPELIN 1975 : PRINCIPI D'ACCIAIO Di Manuel Insolera
LED ZEPPELIN : IL DIRIGIBILE DEL ROCK Di Fiorella Gentile 
LED ZEPPELIN 1975 : L'ANNO DEL DRAGONE Di Cameron Crowe e Neal Preston
LED ZEPPELIN : IL LORO ULTIMO ALBUM DELUDE I CRITICI MA NON IL PUBBLICO Di Victor Alfieri e Armando Gallo
9 GENNAIO 2014 I SETTANTA ANNI DI JIMMY PAGE : EDUCATING JIMMY Di Kieron Tyler / I LED ZEPPELIN OGGI INTERVISTA A JIMMY PAGE Di Federico Ballanti / WISDOM FROM THE GODS JIMMY PAGE Di Steven Rosen
LED ZEPPELIN PORTFOLIO
I FESTIVAL DELL'ISOLA DI WIGHT Di DANILO JANS + BONUS AUDIO CONCERT JIMI HENDRIX LAST BRITISH CONCERT 1970